Le 10 ricette più cool per stupire gli amici

Le 10 ricette più cool per stupire gli amici

Ultimamente va di moda fare i Master Chef ma non è una cosa da tutti. C’è chi si cimenta a cucinare per gli amici o per la persona amata. Tuttavia, spesso non si riesce proprio ad andare oltre le farfalline con panna, zucchine e gamberetti (surgelati)…! Per chi è a corto di fantasia e di conoscenza culinaria ecco una praticissima e semplice guida con idee per stupire veramente! Ricette cool e di moda che prendono ispirazione dai cibi di tutto il mondo, dai dolci più golosi e dagli street food più amati spesso interpretati in chiave più delicata.

Kebab

Prova a prendere della carne di agnello (per un sapore autentico) o se preferisci di pollo o tacchino. Falla marinare con le spezie (coriandolo, cardamomo, noce moscata, aglio, cipolle, peperoncino ma anche altre di vostra preferenza) e magari una goccia di aceto di vino bianco per alcune ore. Poi puoi cuocere in forno la carne avvolta nella carta stagnola per fare concentrare i sapori. Dopo i primi 20-30 minuti si può passare la carne in una teglia o anche sulla piastra sul fuoco acceso per dargli una consistenza più croccante e quel tipico sapore di arrostito. Se ne hai la possibilità, si possono fare degli spiedini ed arrostirli su una griglia o barbecue. In questo modo farai il kebab vero e proprio, che secondo le leggende veniva arrostito dai soldati sulla punta delle spade. Ecco la vostra carne per i kebab: adesso decidete voi come servirla, in che tipo di pane o piadina, con quali salse e quali verdure.

California Roll Sushi

Il sushi non è un pezzo di pesce crudo: in Giappone il sushi indica pietanze preparate con il riso arrotolato. Per fare un buon sushi, appetibile per tutti i commensali (anche quelli che non mangerebbero mai del pesce crudo) potete fare la variante “americana”: il California Roll. Prendete una stuoietta in bambù, copritela di pellicola e posizionateci sopra un quadrato di alga nori che avete precendemente messo in ammollo. Se non avete l’alga potete passare direttamente a stendere il riso che prima di essere bollito va passato sotto l’acqua nello scolapasta per renderlo più “appiccicoso”. Una volta steso uno strato di riso (sull’alga o meno) iniziate a metterci striscioline sottili di avocado, carota alla julienne e surimi (oppure tonno o salmone). Si può aggiungere mayonese o formaggio fresco tipo Philadelphia. Arrotolate il tutto e mettete in frigo per farlo consolidare. Farete un figurone!

Tacos Massicani

La cucina Messicana e quella Tex-Mex (Sud degli Stati Uniti) stanno diventando sempre più popolari per i loro sapori intensi. Ecco una ricetta per i tacos molto semplice: prima si preparano le tortillas, stendendo finemente un impasto fatto con acqua e farina (potete farle di mais o di grano) e cuocendole su una piastra rotonda (come per esempio quella per le crepes). Il ripieno è facile da fare: si può soffriggere del macinato misto (o della carne tagliata a pezzetti finissimi) con peperoni, podomori, cipolla, aglio e spezie. Una volta pronto posizionate un poco di carne sulla tortilla, aggiungete striscioline di lattuga o verza, formaggio grattuggiato o pezzetti di formaggio da fondere, salsa piccante (potete farla in casa cuocendo peperoncini, cipolle, pomodoro e peperoni e poi frullando) salsa guacamole (avocado) ed ecco fatto. Si mangia con le mani prendendo il taco con tre dita e piegandolo leggermente mentre lo si mette in bocca. Una spruzzata di limone sul taco subito prima di mangiarlo è molto comune in Messico.

Parmigiana di Melanzane “rinforzata”

Dopo un viaggio intorno al mondo non potete dimenticare le vostre radici. Se avete amici stranieri, se viaggiate spesso o vivete all’estero, la parmigiana di melanzane è il piatto che stupirà di più i vostri amici! Tagliate le melanzane a fette non troppo grosse, mettetele in un piatto con del sale grosso ed un peso sopra per un paio d’ore, scolate il liquido che ne esce (è amaro) e togliete il sale in eccesso. Riscaldate l’olio in padella e friggete le melanzane. Nel frattempo preparate un bel sughetto fatto con pomodori freschi passati, che aggiungerete in una pentola dopo aver fatto rosolare nell’olio d’oliva sul fondo un battuto di aglio, cipolla e rosmarino. Quando le melanzane sono pronte iniziate a fare gli strati nella vostra teglia da forno mettendo prima un poco di sugo, poi melanzane, poi caciocavallo, oppure provola o mozzarella. La nostra versione “rinforzata” avrà un ingrediente non tradizionale che la renderà più gustosa e completa: delle fette di prosciutto cotto oppure della salsiccia tagliata finemente. Quindi aggiungete l’ingrediente di rinforzo e continuate a fare strati: sugo, melanzana, formaggio, prosciutto o salsiccia. L’ultimo strato deve essere coperto di sugo e potete metterci del formaggio tagliato finemente o grattugiato per fargli formare una crosta gratinata. Poi si mette per almeno mezz’ora in forno ventilato o 40-50 minuti in un forno normale a 200 gradi. Un consiglio è quello di prepararla almeno un’oretta e mezza prima di mangiarla: lasciandola in forno ha più tempo per “asciugare” ed assorbire i sapori. Più compatta è, più buona è! Quindi, se la vedete molto liquida o avete sbagliato qualcosa o ancora non è finita la cottura.

Calamari Ripieni

Altra ricetta tutta mediterranea che vi farà fare un figurone: i calamari ripieni sono una goduria che non si trova nemmeno in tutti i ristoranti di pesce! Pulite i calamari tagliando i tentacoli e tenendo la parte del corpo integra che è quella che andrete a riempire. Fate soffriggere acciughe tritate finemente, insieme ai tentacoli sminuzzati, formaggio grattugiato, aglio ed una spruzzata di vino bianco. Dopo un poco aggiungete la mollica di pane raffermo ammollato precedentemente e formate un impasto, completando il tutto con abbondante prezzemolo tritato. Riempite i calamari con questo impasto e chiudeteli con uno stuzzicadenti. Una volta riempiti i calamari vanno cotti in un tegame, con uno spicchio d’aglio e sfumati nel vino bianco. Il tempo è 10 minuti e tenete d’occhio la cottura perché se cotto troppo il calamaro diventa “gommoso”.

Pollo al Curry

Dalla tradizione indiana un piatto veloce e gustoso: fate rosolare in padella il pollo tagliato a pezzetti con un poco d’olio ed aglio. Poi mettete in una padella cipolle, peperoni, carote, mele tagliate a cubetti, pomodori, zucchine ed un cucchiaio di curry mescolando per bene durante la cottura. Quando il piatto è pronto aggiungete altro curry, secondo i vostri gusti. Normalmente si accompagna con riso basmati.

Cookies

C’è un grande dibattito linguistico sulla differenza esatta tra cookie e biscuit (entrambe per noi si tradurrebbero con biscotto) in Inghilterra e negli USA. Per noi la soluzione è facile: se diciamo Cookies stiamo parlando di quei biscottini rotondi non perfettamente regolari conditi con gocce di cioccolato. Un peccato di gola all’apparenza semplice, ma capace di regalarci momenti deliziosi! E si possono fare in pochissimo tempo con pochi ingredienti per rendere ogni caffè, colazione e tè speciali. Si impastano due uova, 50 grammi di zucchero, olio di semi, 300 grammi di farina poi si aggiunge il lievito per dolci e le gocce di cioccolato, si fanno delle palline, si stendono a forma di dischetto e sono pronti in 20 minuti a 180 gradi.

Pane alla Zucca

Anche se è considerato un “dolce”, il pane alla zucca è capace di farvi innamorare alla follia e vorrete mangiarlo con qualsiasi cosa. È una ricetta perfetta per l’autunno e per l’inverno, sia per l’ingrediente principale (la zucca gialla, tipica della stagione), sia per il sapore così dolcemente coccoloso! Tagliate la zucca a cubetti, fatela cuocere con poca acqua finché non diventa morbida e schiacciatela con una forchetta fino a farla diventare un purè. Fate sciogliere del lievito di birra in acqua tiepida, aggiungendo zucchero e poi mescolando il lievito con la zucca, aggregando piano piano 400 grammi di farina, burro ed un pizzico di sale. Lavorate l’impasto per circa 5 minuti e poi fatelo lievitare almeno un’ora e mezza. Date al pane la forma che preferite, lasciate lievitare ancora per un’oretta ed infornate a 220° in forno preriscaldato per 15-20 minuti.

Sacher Torte

La torta Sacher o torta Viennese è una delle torte più famose al mondo. Ricetta golosissima e di alta pasticceria è in realtà abbastanza facile da preparare. Si scioglie il cioccolato fondente a bagno maria, si aggiunge il burro (ben mescolato a mano o con un mixer, in modo che non ci siano grumi), zucchero, 5 tuorli sbattuti, farina setacciata, 5 albumi montati a neve. Poi, si mescola il composto e si versa in uno stampo imburrato. Il composto deve rimanere in forno a 170 gradi per circa un’ora. Quando la torta è pronta si taglia a metà e si farcisce di marmellata di albicocche, mentre l’esterno si ricopre di cioccolato fuso che poi va fatto raffreddare.

Gelatine di Frutta Vegetali

Per fare una bellissima e dolcissima gelatina con la frutta che preferite, a basso contenuto di grassi e senza sostanze strane, totalmente sicura e perfetta per invitare anche i vostri amici vegani, non ci vuole molto. Forse la parte più difficile in alcune zone è cercare un negozio di alimenti naturali o una erboristeria che abbiano l’alga agar agar. L’alga, che funziona come addensante naturale e che rilascia la gelatina, si trova in molti formati: in polvere, essiccata, per cui dovete leggere le istruzioni che trovate sulla confezione sulle dosi esatte per farla sciogliere. In caso la troviate essiccata in pezzi (il formato più comune) dovete metterne a mollo 15 grammi in un litro di succo di frutta. Facciamo scaldare il pentolino con il succo di mela e l’alga ed aggiungiamo un pizzico di sale, in genere in 10-15 minuti l’agar agar si scioglie,. Possiamo poi aggiungere frutta in pezzi o frullata, togliere i pezzi o lasciare i pezzi nella gelatina. Usate pure la frutta che preferite, o anche il succo di frutta, l’importante è rispettare le dosi di liquido relative alla quantità di alga da usare, per avere una gelatina compatta e non liquida. Quindi se volete sperimentare con sapori e diverse consistenze di frutta, fate bene i conti delle percentuali tra liquido ed alga. Possiamo farle per esempio solo con un succo di frutta, o un centrifugato, facendo sciogliere l’agar agar nel succo. Alla fine, quando l’alga è sciolta, si mette negli stampi e si fa raffreddare in frigo.

Se sei una persona che ama cucinare e soprattutto sorprendere, probabilmente non condividerai questo report prima di aver provato tutte le ricette e conquistato i cuori di amici, parenti e trionfato in appuntamenti romantici. Se invece sei una persona che più che sorprendere preparando il cibo si lascia sorprendere mangiandolo, ecco un trucchetto: invia questo report alle persone che sai sono sempre alla ricerca di ricette speciali per invitare gli amici e fare i Master Chef: sicuramente accetteranno la sfida e ti guadagnerai un bel po’ di inviti a mangiare!

2017-03-27T09:49:52+00:00Food, Mini Guide, Ricette|