I 10 cibi che aumentano la concentrazione e ti fanno studiare meglio

I 10 cibi che aumentano la concentrazione e ti fanno studiare meglio

“Quandoque bonus dormitat Homerus” scrisse oltre 2.000 anni fa il poeta Orazio notando piccole cadute di stile e contraddizioni nelle mitiche Iliade ed Odissea. “Talvolta sonnecchia anche il bravo Omero”, espressione usata ancora oggi per intendere che a tutti, anche ai migliori, può capitare un calo di “prestazioni mentali” che porta ad errori.

Perdere la concentrazione o avere difficoltà a memorizzare è una situazione comune e spesso la causa di ciò risiede nell’alimentazione, visto che potremmo avere carenze alimentari importanti che fanno sì che il nostro cervello non funzioni al massimo.

Una corretta alimentazione è parte integrante di un buon meTODO di studio, se stai cercando di capire come studiare meglio e velocemente ottimizzando le tue performance, ecco un elenco di 10 preziosi regali della Natura.

Le Cipolle

Gli anziani contadini possono snocciolare per ore le miracolose proprietà delle cipolle. E secoli di “prove sul campo” anzi, nei campi, danno loro ragione.

Forse non ti parleranno dell’alto contenuto in antiossidanti e quercetina che proteggono il cervello dai danni dello stress ma in ogni caso faresti bene a fidarti. Le cipolle proteggono il cervello e lo mantengono in forma.

I Legumi

Le proteine ed il ferro contenuti in ceci, lenticchie e fagioli aiutano tutto il corpo a funzionare meglio.

Inoltre contengono minerali come magnesio, potassio, vitamina del gruppo B (acido folico): tutte sostanze che migliorano le prestazioni fisiche e mentali.

Ancora: essendo cibi a basso indice glicemico, non causano quel senso di “abbiocco” che si ha spesso dopo i pasti, quindi niente sonnolenza e più tempo per studiare.

Frutti Rossi

Prendete un bel po’ di frutti rossi quando vi preparerete per il vostro prossimo esame. Mirtilli, ciliegie, ribes nero, lamponi e more hanno effetti significativi sull’attività cerebrale e sono ricchi di antiossidanti e acido folico.

Spinaci

Anche negli spinaci la componente chiave è l’acido folico, che rafforza il cervello e lo protegge dai danni del tempo.

Cioccolato Fondente

Per cioccolato si intende qualcosa con un alto contenuto di cacao naturale, quindi al bando cioccolato bianco e tutte quelle altre cose che di cacao hanno solo il sapore.

Il cioccolato più è puro più contiene importanti proprietà stimolanti che aiutano a rimanere vigili, inoltre è una gratificazione per il cervello sottoposto a sforzo.

Provate a concedervi un po’ di cioccolato dopo aver studiato un tot di pagine: vedrete che abituerete il cervello a guadagnarsi la sua ricompensa e studierete meglio.

Le Verdure Crucifere

OK, dopo avere parlato del cioccolato parlare di cavoli, broccoli e verze non è il massimo della felicità. Forse nemmeno ti piacciono. Eppure sono un potentissimo alleato della memoria grazie alla vitamina K.

Le Mele

Come le cipolle, le mele sono uno di quei toccasana che fanno bene per tutto. Non dovrebbero mai mancare nella dieta di nessuno, per chi studia sono ottime perché saziano senza appesantire e contengono nella buccia tanta quercetina che da una bella spinta al cervello.

I cereali integrali

I cereali integrali vengono assimilati in modo diverso da quelli raffinati.

Prima di tutto dopo mangiato si sente meno “abbiocco” e sonnolenza: le fibre rallentano l’assorbimento del triptofano, un amminoacido che dà sonno. Inoltre, con un indice glicemico più basso, si evitano i picchi di glicemia ed insulina e i livelli di energia si mantengono costanti sempre.

La Frutta Secca

Pistacchi, noci, mandorle, anacardi, pinoli, arachidi, nocciole…la frutta secca è una fonte inestimabile di acidi grassi e minerali senza i quali il cervello non potrebbe proprio andare avanti.

Non fatevi mancare una dose quotidiana di frutta secca per potenziare le capacità della mente.

Tutti sanno che gli acidi grassi Omega-3 contenuti nel pesce in grandi quantità aiutano le facoltà cerebrali e la salute dei neuroni.

La storia secondo la quale, invece, il pesce aiuta la memoria in virtù del fosforo che contiene sembra essere un falso mito scientifico ormai superato, visto che secondo gli ultimi studi il fosforo è importante più per la salute di ossa e denti che per i neuroni.

Adesso non hai veramente più scuse per non studiare! Abbiamo capito che alcuni problemi di concentrazione possono provenire da cattive abitudini alimentari. Infatti mangiare bene per studiare meglio significa anche evitare cibi che danneggiano le prestazioni mentali, come fanno cibi molto elaborati, ricchi di sale o di zuccheri. Se riduci l’apporto di cibi nocivi ed aumenti quello dei cibi che ti abbiamo consigliato forse non diventerai Leonardo Da Vinci ma sicuramente le tue ore di studio saranno meno pesanti e più proficue. Più il cervello è in buone condizioni, meno tempo ti servirà per imparare e quindi…più tempo avrai per altre cose…!
Se hai qualche amico che credi possa trovare utili questi consigli, inviagli questo report via mail o condividilo attraverso i canali social!

2017-03-26T14:50:24+00:00Food, Mini Guide|